RÖFIX RenEtics® – Sistema di risanamento di vecchi cappotti

Sistemi a cappotto esistenti: cosa fare, quando occorre intervenire? I sistemi di isolamento termico a cappotto hanno avuto negli anni e in breve tempo un’ampia diffusione per isolare le facciate di edifici nuovi e di edifici esistenti, forti dei numerosi vantaggi che consentono di ottenere.

Se all’inizio mancavano conoscenze specifiche sul comportamento nel tempo dei sistemi di isolamento, oggi conosciamo bene come un sistema a cappotto si comporta dopo decenni e come si può eseguire una adeguata manutenzione e un corretto risanamento. Molte delle facciate realizzate da tempo necessitano ora un’adeguata manutenzione e spesso vecchi cappotti termici, non ben eseguiti, presentano problematiche, si intravedono i pannelli in facciata e si ha la formazione di crepe con conseguente degrado dei rivestimenti murali.

Una delle possibilità è il cosiddetto raddoppio, cioè l’applicazione di un nuovo cappotto sopra il vecchio ma, molte volte, un incremento di spessore non può essere realizzato o i presupposti del vecchio cappotto non lo consentono e risulta più efficace ed efficiente ricercare una soluzione durevole e soprattutto sostenibile per evitare la rimozione. L’alternativa concreta ed efficace per ripristinare il vecchio cappotto è il sistema di risanamento a spessore elevato RÖFIX RenEtics®. Grazie al sistema di fissaggio meccanico con tasselli e speciale rete 3D, il cappotto esistente viene fissato saldamente al supporto e messo in sicurezza. La speciale rete con struttura 3D funge anche da rete di supporto per RÖFIX RenEtics®, intonaco alleggerito a base NHL e cemento speciale. Con la rasatura armata finale realizzata con RÖFIX Renostar® e rete d’armatura RÖFIX P50 si realizza così uno stato di intonaco ad alto spessore estremamente robusto, che garantisce una superficie della facciata senza più crepe e di lunga durata.

Qui potete consultare liberamente la brochure del prodotto

La pagina è in caricamento...