Ogni supporto merita l’intonaco adatto

con prodotti RÖFIX

Le condizioni eterogenee locali

Ovviamente esistono molti tipi di fondi utilizzabili per l’intonacatura di un edificio. In base alle norme vigenti, prima ancora di applicare il primo strato d’intonaco occorre verificare l’idoneità e la tenuta del supporto. Nelle costruzioni nuove, i materiali più utilizzati per i muri esterni perimetrali sono il calcestruzzo armato, la muratura, il calcestruzzo cellulare o il legno. L’ampia varietà di materiali utilizzati richiede di volta in volta la scelta del fondo più idoneo, e in effetti ne esistono di diversi tipi a seconda della struttura utilizzata per realizzare il muro.

Calcestruzzo

Prima di applicare l’intonaco sul calcestruzzo, bisogna aspettare che il supporto sia sufficientemente indurito e sia terminata la fase del ritiro idraulico. La superficie da intonacare deve essere stabile e priva d’impurità (come tracce di olio disarmante). Poi, prima di applicare il fondo è importante sottoporre il calcestruzzo a una prova di bagnabilità, raschiamento e strofinamento. Inoltre, è consigliabile misurare la temperatura e, se necessario, l’umidità della superficie da trattare.

Muratura

Sui muri esterni realizzati in muratura, è essenziale conoscere il tipo di pietra utilizzata, poiché la varietà dei mattoni esistente oggi in commercio è enorme. Di regola, prima di applicare l’intonaco la muratura deve essere completa e a fuga piena, priva di impurità e asciutta. Eventuali cavità aperte o difetti superficiali vanno chiusi con materiale adeguato prima di iniziare l’applicazione del fondo, avendo anche cura di asportare a secco le efflorescenze. È meglio evitare di applicare strati di spessore diverso.

Le murature miste sono un supporto problematico, poiché i materiali che le compongono hanno caratteristiche diverse. In questi casi non è possibile predisporre un supporto omogeneo, e non si possono escludere sollecitazioni diverse su aree circoscritte. Se su una superficie da intonacare compaiono diversi materiali a contatto strutturale, è necessario eseguire a posteriori una rasatura a rete per prevenire la formazione di crepe.

Calcestruzzo alleggerito

Il calcestruzzo poroso, detto anche cellulare o aerato, è un materiale edile minerale e con buone proprietà termoisolanti utilizzato per muri e pareti, caratterizzato da un’alta percentuale di pori vuoti ottenuti con l’aerazione in autoclave. Prima di applicare l’intonaco, accertarsi che la superficie sia a fughe piene, priva di impurità e asciutta, chiudere i difetti con una materiale idoneo e asportare a secco le efflorescenze. È meglio evitare di applicare strati di spessore diverso.

Legno

Se il supporto da intonacare è costituito da materiali legnosi, come i pannelli leggeri in fibra di legno o mattoni di legno truciolare, è bene accertarsi che i pannelli aderiscano saldamente al sottofondo, e attendere che i pannelli umidi o esposti alle intemperie siano completamente asciutti. Se la struttura portante è di muratura massiccia o di calcestruzzo, attendere che sia completamente asciutta prima di iniziare ad applicare l’intonaco, per evitare che insorgano danni in tempi successivi. Asportare le parti instabili o non aderenti.

Edifici esistenti Pareti interne

Linienartige Struktur

Design

Le stanze ristrutturate ricevono un nuovo aspetto attraverso strutture visive e colori.

Wohnküche

Requisiti

La ristrutturazione degli impianti tecnici ha un effetto significativo sulle pareti e sui soffitti interni esistenti.

Hand mit Kelle verspachtelt Wand

Intonaci e materiali

Sono disponibili vari sistemi di intonaco per la ristrutturazione di pareti e soffitti interni.

Fensterrahmen mit Schimmel

Sfida

Sanificazione della muffa

Edifici esistenti

RÖFIX ha sviluppato intonaci speciali per il restauro e il risanamento che hanno dato ottimi risultati nella pratica a lungo termine. Imparate qui come si fa a eliminare la muffa.

Per saperne di più
La pagina è in caricamento...