Toolbox
Carrello Download (0)
Indice prodotti
Verwaltungsgebäude_Article

Il progetto prende vita

 

All’inizio del 2018 prenderanno il via i lavori di costruzione della nuova sede centrale di RÖFIX Italia, a Parcines (BZ). Intervistiamo il dott. Wolfgang Brenner, Direttore generale RÖFIX Italia.

Quali le motivazioni che hanno portato alla decisione di costruire oggi una nuova sede?

Negli anni l’azienda si è sviluppata molto e sentiamo l’esigenza di un giusto rinnovamento, anche per far fronte a una crescita del nostro organico. La sede attuale è stata fondata nel 1982, è certamente venuto il momento di modernizzare i nostri uffici. Nel nuovo edificio gli uffici di direzione generale, marketing, vendite e amministrativi si troveranno insieme, mentre oggi sono separati. Abbiamo inoltre la necessità di ampliare gli spazi di magazzino e per questo utilizzeremo le strutture già esistenti.

Come tempistiche, in quali tappe si compone la ristrutturazione?

I lavori di costruzione del nuovo immobile partiranno a febbraio 2018. Lavoriamo con tempi rapidi, il progetto è stato approvato dal Comune di Parcines un paio di mesi fa e abbiamo ricevuto la concessione edile soltanto da qualche settimana. Prevediamo al massimo un anno e mezzo di lavori, contiamo di avere la sede pronta per l’inaugurazione entro giugno 2019.

Ci svela in anteprima di quali saranno i punti salienti del progetto della nuova sede?

Il progetto è stato disegnato dall’architetto Harald Stuppner dello studio architettura Stuppner-Unterweger di Merano e si fonda sulla costruzione di un edificio con un volume di 3900 m³ e una superficie di 950 m² dedicata agli uffici suddivisa tra primo e secondo piano. Il piano terra sarà un misto di vetro e muratura con rivestimento ad effetto, mentre i due piani superiori saranno avvolti da una muratura interrotta da vani per gli elementi di finestre. Il colore dominante all’esterno sarà il crema, ma le superfici decorative saranno lisce, rigate o modellate consentendo ampie possibilità di configurazione estetica. In più, i vani saranno evidenziati da sfumature più calde. Insomma, il nuovo edificio costituirà una sorta di catalogo in dimensione reale dei nostri rivestimenti e delle nostre finiture.